Attività Recenti - Museo etnografico Nunzio Bruno

Vai ai contenuti

Menu principale:

ATTIVITA' EVENTI 2017
Giovanna Marino.
IL TEMPO DELLA MEMORIA
Credenze Popolari Siciliane
Sebastiano Monieri Editore

Domenica 12 febbraio 2017 ore 17.30 nella sala "Uccello" del museo Nunzio Bruno è avvenuta la presentazione del libro di Giovanna Marino IL TEMPO DELLA MEMORIA. La direttrice del museo Cetty Bruno, nel salutare il pubblico, ha voluto ricordare l’affettuosa collaborazione ed il legame di amicizia dell’autrice con il padre Nunzio in un articolo pubblicato a suo tempo. In quell'articolo la sensibilità, la competenza e la passione verso la cultura siciliana dell'autrice fu subito notata e con questa iniziativa si riannodano fili, auspicando una proficua collaborazione. Il numeroso e attento pubblico ha potuto ascoltare le relazioni tenute dal Prof Salvo Sequenzia e da Mario Lonero, che hanno evidenziato le molteplici chiavi di lettura del libro. La meticolosità dell'indagine sul campo, la ricchezza dei riferimenti bibliografici, la semplicità delle note fanno dell’opera di Giovanna Marino un ottimo strumento di consultazione.
Il pregevole lavoro di Giovanna Marino, Il tempo della memoria. Credenze popolari siciliane (Monieri Editore, Siracusa, 2016), condensa in diciassette capitoletti quella che può essere considerata l’enciclopedia della cultura popolare siciliana: rituali, credenze, cerimonie, simboli, precetti, pratiche e insegnamenti che testimoniano l’intenso bisogno di sacro e l’inesauribile ricerca di senso che anima ogni comunità.
Quando una cultura o una civiltà vede in crisi la propria capacità di riconoscersi in valori comuni – la propria identità – fa ricorso al proprio passato come risorsa da investire nel futuro, e molto frequentemente al passato folklorico, in cui più che altrove è possibile leggere i ‘segni’  di una ‘communitas’.
Dall’osservazione delle fasi lunari all’uso rituale di numeri e scioglilingua, dal mistero dei ‘ciaravuli’ – gli incantatori di serpenti – passando per l’’ucchiatura’, la ‘fattura’, il potere taumaturgico di piante, di metalli e di alberi per la cura di malattie esantematiche; e, ancora, gettando uno sguardo su astrologia e credenze legate a spiriti, santi, divinità ed angeli, tra devozione e superstizione,  Giovanna Marino, con piglio di ricercatrice, fa luce tra le pieghe di una complessa e stratificata materia convocando il popolo, attraverso l’uso dello strumento scientifico dell’inchiesta sociologica, quale testimone principale della propria cultura.
Perché «il popolo -  afferma Giovanna Marino – è il solo depositario delle sue tradizioni».  

Salvo Sequenzia

La Sicilia 14/02/2017
La Sicilia 10/02/2017
Museo Etnografico Nunzio Bruno
© 2017 Created with WebSite X5 v13 Mario Lonero
Torna ai contenuti | Torna al menu