Progetto Terra Madre - Museo etnografico Nunzio Bruno

Vai ai contenuti

Menu principale:

CENTRO DIDATTICO > PROGETTI DIDATTICI
SI E' SVOLTA LA MANIFESTAZIONE COME DA
PROGRAMMA
ore 9:00 - Accoglienza in P.zza Umberto I
ore 9:15 - Visita delle mostre presso il Museo etnografico N. Bruno
- "Gesta di paladini fra arte e cultura". Personale di pittura di Valeria Miceli
- 'I pupi di Don ‘Gnaziu - Coli. Museo dell'Opra dei Pupi di Sortino
- 'L'Opra dei pupi nella provincia di Siracusa" – Opera letteraria di Giovanna Marino, Ed.    Stella del Mare
ore 10:00 - Saluti degli enti organizzatori e delle autorità
ore 10:15 - Consegna attestati di partecipazione agli alunni
Prima sessione - L'Orlando furioso a cura degli studenti della scuola sec. di I grado Presenta Patrizia Tidona
ore 10:15 - IV Istituto "S. Quasimodo"
- La contesa tra Orlando e Rinaldo e la fuga di Angelica, canto I
- L'amore di Angelica e Medoro, canto XIX
ore 10:30 - I Istituto "E. De Amicis"
- Il castello del mago Atlante, canto XlI
- La pazzia di Orlando, canto XXIII
- Astolfo sulla luna, XXXIV
ore 11 :45 - Il Istituto "A. Volta"
- Ruggiero e Bradamante, canto XXXVI
- Ruggiero e Rinaldo, canto XXXVIII
Seconda sessione - Proposte multimediali - Presiede la prof.ssa Manuela Spina
ore 16.30 - Proiezione "L'ultimo principe puparo. Viaggio attorno all'Opra dei Pupi della Antica Compagnia famiglia Puglisi di Sortino"
- Regia di Gianni Virgadaula - Prodotto dall'Ass. culturale 'Gli ultiimi cantastorie"
ore 17 .00 - Gli studenti del liceo scientifico "L. da Vinci" di Floridia relatori per un giorno
- "Riferimenti letterari latini e intertestualità nel Furioso"
Terza sessione - Convegno letterario - Presiede Cetty Bruno
ore 17.30 - Corrado Di Pietro, scrittore
Origini letterarie dell'Opera dei pupi
ore 17:45 - Luigi Lombardo, etnoantropologo
Reale e immaginario nell'Opra dei Pupi



Terra Madre. Le armi e gli amori dei Pupi all'Opra

Il tema del progetto culturale Terra Madre 2017, su indicazione della curatrice Manuela Spina, è scaturito dalla celebrazione dei 500 anni della pubblicazione dell'epico poema di Ludovico Ariosto, l'Orlando Furioso, che narra della pazzia amorosa del prode Orlando, il cui mito in Sicilia fu diffuso sotto la dominazione Normanna. Siracusa è, insieme a Palermo e a Catania, fra le città più rinomate per la storica tradizione dell'Opra dei pupi, nei cui copioni si narra delle eroiche imprese dei Paladini di Francia durante le Crociate. Tali duelli, come pure !e storie di santi, erano i temi delle pitture che abbellivano le fiancate dei carretti siciliani e conferivano loro un aspetto singolare, facendoli diventare quel capolavoro d'arte popolare tipicamente sicula, che tutto il mondo ci invidia. Quindi la scelta del tema "Le armi e gli amori dei Pupi all'Opra" ha rappresentato un'occasione perfetta, che la direzione del Museo etnografico Nunzio Bruno ha accolto per promuovere la conoscenza del ciclo di costruzione del carretto costituente, insieme al carretto di fine '800 esposto, la bottega del carradore. Le opere pittoriche di Valeria Miceli "Gesta di paladini fra arte e cultura" e l'opera letteraria "L'Opra dei pupi nella provincia di Siracusa" di Giovanna Marino, impreziosiscono il convegno letterario di Terra Madre. Quali co-fondatori del Sistema Rete Museale lblei ci fregiamo di collaborare con l'Ass. ne culturale Antica Compagnia dell'Opera dei pupi Famiglia Puglisi di Sortino, che ha concesso dei pupi bellissimi della Collezione di Don Ignazio Puglisi, ultimo dei pupari siracusani, con la quale il Comune di Sortino ha istituito il Museo dell'Opera dei pupi. Terra Madre, progetto didattico - culturale diviene momento di studio combinando l'approfondimento della letteratura italiana con le più alte forme di arti applicate peculiari della nostra terra, la costruzione del pupo sicilia¬no, il teatro dell'Opra dei pupi, la decorazione dei carretti. Nel progetto, attraverso i laboratori pratici organizzati per gli Istituti scolastici e le relazioni degli studiosi nel convegno, di fatto vengono coinvolte varie fasce d'utenza e fruttuosa così si rivela la collaborazione fra artisti, esperti, istituzioni pubbliche e private, che permette a tutti di arricchire la propria conoscenza e sapere quali tesori vengono custoditi e valorizzati nei musei de! territorio.
Cetty Bruno


Cultura e identità popolare Progetto didattico a.s. 2016-2017

Il progetto Terra Madre, giunto alla seconda edizione, dopo la primavera verghiana del 2016 intitolata Motti e memorie degli antichi. Tracce di vita quotidiana nelle opere di Giovanni Verga, si rinnova quest'anno nel nome di un'atavica tradizione meridionale: quella dei pupi siciliani e dei pupari. Un tema affascinante e poliedrico, apprezzato dai ragazzi e stimolante per gli studiosi, in quanto si presta ad essere affrontato e sviscerato su più fronti: storico e folkloristico; artistico e artigianale; letterario e culturale. Il nuovo convengo, intitolato Le armi e gli amori dei Pupi all'Opra, ha il pregio di conservare la memoria e di valorizzare le specificità della nostra Sicilia, intrecciandosi però con un tessuto culturale più ampio, italiano ed europeo. L'idea infatti, nata dall'intento di celebrare i cinquecento anni dell'Orlando furioso, associa all'interesse squisitamente letterario per i versi di Ludovico Ariosto la volontà di far risaltare il carattere nostrano che i valorosi paladini di Carlo Magno assunsero tra il XIX e il XX secolo quando, con il teatro delle marionette, tornarono a nuova vita nelle sembianze dei Pupi e nelle voci dei Pupari "cuntastori".
La giornata di studio sarà articolata in tre sessioni:
La prima, sarà inaugurata dalle drammatizzazioni dei canti più suggestivi del Furioso, a cura degli studenti della scuola secondaria dei tre istituti comprensivi, e si concluderà con la premiazione degli alunni di scuola primaria che, guidati dagli esperti del Museo dell'Opera dei Pupi di Sortino nel corso di laboratori didattici, hanno realizzato le illustrazioni delle marionette di paladini a duello.
La seconda sessione vedrà protagonisti gli studenti del Liceo scientifico "L. da Vinci", che presenteranno un lavoro multimediale sull'intertestualità del poema ariostesco.
La terza, dopo la suggestiva proiezione di un cortometraggio sull'antica compagnia Puglisi, accoglierà le dissertazioni di scrittori ed esperti di letteratura cavalleresca, di pupi e pupari.
Manuela Spina

Museo Etnografico Nunzio Bruno
© 2017 Created with WebSite X5 v13 Mario Lonero
Torna ai contenuti | Torna al menu